Ultime News

Ultimi articoli

WhatsApp Web ora si può usare anche con Firefox e Opera

27 febbraio 2015
whatsapp web firefox opera
Quando un mese fa WhatsApp decise di lanciare finalmente la versione web dell'applicazione di messaggistica istantanea, utilizzabile su qualsiasi computer tramite il browser, lo fece con una limitazione che venne molto criticata, ovvero la mancanza di supporto per gli utenti iOS, visto che fino ad adesso Whatsapp Web poteva essere utilizzato solo con il browser Chrome.

Fortunatamente sembra che i responsabili dell'applicazione di messaggistica acquisita da Facebook non vogliano dimenticare le persone che ancora non possono utilizzare il servizio web, e ieri hanno annunciato che Whatsapp Web è ora compatibile anche con i browser Firefox e Opera.

Il funzionamento di WhatsApp Web su questi due browser è esattamente lo stesso di Chrome, quindi basta aprire il browser ed accedere a https://web.whatsapp.com/ e poi scannerizzare il codice QR con lo smartphone per avere la possibilità di usare Whatsapp sullo schermo del pc.

Come Bloccare Email di Spam su Gmail

26 febbraio 2015
Come saprete, Gmail è uno dei migliori client di posta elettronica ed è utilizzato da milioni di utenti in tutto il mondo, infatti molto lo apprezzano perchè è sicuro, facile da usare ed anche perchè ha un potente sistema antispam che riesce a bloccare automaticamente le email indesiderate, come messaggi pubblicitari, tentativi di truffe e pishing ed altri messaggi inviati da utenti non attendibili.

Ma essendo uno dei servizi di posta più utilizzati è anche uno dei più presi di mira dagli spammer, infatti ci sono migliaia di spammer su Internet che inviano email di spam agli utenti Gmail.
Quindi potrebbe accadere di accedere al proprio account Gmail e vedere un sacco di email di spam nella cartella "Posta in arrivo", che è qualcosa di molto fastidioso e può anche ridurre sensibilmente la capacità di archiviazione messa a disposizione da Gmail, oltre a rendere più difficile trovare le email veramente importanti.

Così oggi vediamo come evitare le email di spam, illustrandovi una semplice guida in cui vi mostrerò che come si possono fermare facilmente le email di spam sul vostro account Gmail.


Bloccare le email di spam sul tuo account Gmail è un processo molto semplice e facile:

- Prima di tutto, effettuare l'accesso al proprio account Gmail ed andare nella cartella "Posta in arrivo" e quindi selezionare una qualsiasi delle mail di spam presenti.

- Dopo aver selezionato un messaggio, cliccare sul pulsante "Segnala come spam", posto in alto accanto al pulsante "Elimina".
- A questo punto l'email è già stata spostata nella cartella "Spam" ed apparirà una notifica nella parte alta della pagina che avvisa che "La conversazione è stata contrassegnata come Spam".
- Da adesso in poi non riceverete più alcun tipo di mail da questo indirizzo e-mail.
- Ripetere l'operazione per tutte le email di spam presenti nella "Posta in arrivo" in modo da bloccare tutti gli indirizzi email che vi hanno inviato spam su Gmail.

Questo è tutto! E se si blocca una e-mail per errore, si può facilmente recuperarla andando nella cartella "Spam" e cliccando sul pulsante "Non spam".


Come pubblicare Foto intere su Instagram Orizzontali e Verticali

Una caratteristica che molti odiano di Instagram è il fatto che accetta solo foto caricate con un formato quadrato, quindi per riuscire a pubblicare foto intere che sono state scattate in verticale o orizzontale bisogna ricorrere ad alcuni stratagemmi per riuscire a condividerla per intero sul social network dedicato alle foto.

E' infatti possibile mettere delle foto intere su Instagram senza doverle ritagliare per farle diventare quadrate per quindi rendere altezza e larghezza uguali.
Praticamente si tratta di metter la foto intera, orizzontale o verticale che sia, su uno sfondo bianco o nero, quindi basta utilizzare una foto quadrata completamente bianca e poi aggiungersi sopra la fotografia che si vuole pubblicare su Instagram.
Il risultato sarà simile al seguente:
foto intere instagram
Per incollare la foto su uno sfondo bianco di dimensione quadrata e quindi evitare di ridimensionare la foto prima di riuscire a pubblicarla su Instagram, si può utilizzare una semplice applicazione per i collage, come Photogrid, che è disponibile sia per Android che per iOS, oppure un'altra soluzione è quella di utilizzare delle app che sono state create proprio con questo scopo, ovvero permettere agli utenti di caricare foto non quadrate ma rettangolari su Instagram.

Le migliori applicazioni che rendono possibile trasformare foto rettangolari, sia orizzontali che verticali, per poterle caricare su Instagra, sono Squaredy per Apple iOS e Squareit per Android, entrambe funzionano bene e sono semplici da usare, oltre ad essere completamente gratuite.
foto orizzontali verticali instagram
Praticamente basta lanciare l'app, cliccare sull'apposita icona per importate la foto, cliccare sul bottone per trasformare la foto ed infine utilizzare l'opzione che consente di esportare l’immagine direttamente su Instagram.
A questo punto resta solo da scegliere la risoluzione, scrivere la didascalia e confermare la condivisione della foto.

Tutto qua, sarete riusciti a pubblicare l’immagine nel formato originale con naturalmente delle strisce bianche ai lati superiori (foto orizzontale) o laterali (foto verticali) che sono necessarie per rendere la foto quadrata, ma visto che anche lo sfondo di Instagram, probabilmente nessuno ci farà caso.

Linux 4.0 confermato: ecco le principali Novità

25 febbraio 2015
linux 4.0
Quando Linux rilasciò la sua versione 3.0, arrivata dopo che la versione precedente del kernel aveva raggiunto il numero 2.6.39,  Linus Torvalds decise che le successive versioni non avrebbero dovuto essere identificate da questi numeri lunghi e complessi, quindi un paio di settimane fa ha pubblicato un sondaggio sul suo profilo Google+ chiedendo ai suoi seguaci se la prossima versione del kernel avrebbe dovuto chiamarsi Linux 3.20 oppure 4.0.
Dieci giorni dopo i risultati del sondaggio hanno dato la vittoria alla versione 4.0 con il 56% dei voti e Torvalds non ha perso tempo e ha già annunciato in un messaggio su Git che rispetterà i risultati della votazione, e facendo sapere che hanno già iniziato a lavorare alla prima versione Release Candidate del kernel Linux 4.0.

Il nuovo Linux 4.0 non dovrebbe avere grandi innovazioni ma sicuramente presenterà qualche novità. Nessun cambiamento drastico, ma continui miglioramenti. 

Anche se fino a quando la versione finale del kernel 4.0 non verrà rilasciata è difficile avere certezze, sembra che la nuova versione di Linux continuerà la sua lenta ma costante evoluzione senza presentare innovazioni troppo spettacolari, ma con il supporto per sempre più piattaforme.

Tra le novità più probabili c'è sicuramente quella che riguarda le schede grafiche AMD Radeon, che riceveranno il supporto per il sistema audio DisplayPort e miglioramenti per i driver delle schede Intel e Nvidia.

Allo stesso modo, possiamo anche aspettarci di vedere l'aggiunta della compatibilità con le più recenti piattaforme ARM, tra cui Samsung Exynos 7, Mediatek MT8173, Freescale LS2085a e i nuovi processori Intel Quark e IBM z13.
Infine, è probabile anche un migliore supporto per i notebook Toshiba e per il bootloader della PlayStation 3 con Linux, per permettere l'utilizzo di nuovi dispositivi di input e il miglioramento dei driver audio.

Ma, come abbiamo detto prima, dobbiamo attendere l'uscita della versione finale del kernel per avere la confermare di questi miglioramenti e per vedere se ce ne saranno ulteriori.

Mozilla lancia Firefox 36 con il supporto per HTTP/2

firefox 36
Mozilla nella giornata di ieri ha rilasciato una nuova versione del suo browser web Firefox, e la novità più importante del nuovo Firefox 36 è il supporto per il nuovo protocollo standard HTTP/2, adottato di recente e che offre enormi vantaggi per l'intero web, come il caricamento più veloce delle pagine e il miglioramento generale della navigazione.

Questi vantaggi offerti dalla nuova versione del protocollo HTTP sono i seguenti:

- Una nuova funzionalità permette il multiplexing di un gran numero di richieste HTTP allo stesso tempo.
- Reti e server hanno molto meno carico di lavoro, dal momento che HTTP/2 è stato progettato per utilizzare meno connessioni.
- L'utilizzo della tecnologia "server push " consente al server di inviare il contenuto alla cache del client per l'utilizzo futuro e per quindi velocizzare le successive aperture di pagine web complesse. Questo evita i successivi invii di codici HTML, fogli di stile collegati e CSS, perché essendo già presenti nella cache, il server potrà avviare immediatamente questi elementi, senza attendere la richiesta del client.

Inoltre, Firefox 36 include la sincronizzazione delle miniature dei siti presenti nella pagina "Nuova scheda" e non accetterà più certificati firmati con chiavi RSA a 1024 bit.
Se volete conoscere tutti i miglioramenti di Firefox 36 potete farlo visitando la pagina "Release Notes" di questa nuova versione.

Link per il Download: Scarica Firefox 36

Come Migliorare la Velocità dei Video in Streaming

24 febbraio 2015
Ieri stavo guardando un video in streaming su internet e durante la riproduzione ho notato che il video continuava a bloccarsi ogni pochi secondi a causa delle interruzioni per il buffering. Ho pensato che poteva essere dovuto alla mia connessione internet lenta, ma quando ho controllare la mia velocità di connessione è risultata piuttosto buona, o almeno più che sufficiente per riprodurre un video online.

Beh, ho cercato molto su internet e finalmente ho trovato questo trucco che ha risolto il mio problema e sono sicuro che potrebbe funzionare anche per voi e aiutarvi ad aumentare la velocità di riproduzione dei video in streaming riprodotti sul browser. 

Quindi, se anche voi vi siete imbattuti in questo tipo di problema di streaming video, allora non preoccupatevi perché tramite il semplice tutorial di seguito vi mostrerò come è possibile migliorare la velocità dei video in streaming su un PC Windows.

Beh, come tutti saprete quasi tutti i siti di video in streaming (come YouTube, Vimeo, Dailymotion, Metacafe, siti di film e partite in streaming, ecc..) utilizzano Adobe Flash Player per riprodurre i video sul tuo browser.
Il buffer video è fondamentale perchè praticamente deve essere scaricato temporaneamente nel PC prima della riproduzione. Ecco la guida:

- Prima di tutto è bene verificare di avere l'ultima versione di Adobe Flash Player tramite questo strumento ufficiale, ed eventualmente procedere all'aggiornamento.
- Poi accedere al tuo sito web preferito di video in streaming e aprire la pagina di un video sul browser. A questo punto fare clic con il tasto destro del mouse sul video e poi cliccare sull'opzione "Impostazioni". Poi, mettere la spunta sulla casella relativa a "Abilita accelerazione Hardware".
aumentare velocità streaming
- Dopo di che, sempre dalla stessa finestrella popup, è necessario fare clic sulla piccola icona della cartella con la freccia verde. Da qui spostare il cursore per aumentare la dimensione della memorizzazione locale. Questo è fondamentalmente lo spazio riservato al download e alla riproduzione dei video. Vi consiglio di impostarlo su "illimitati".
velocizzare video in streaming
Questo è tutto! Ora, è sufficiente chiudere la finestra di dialogo delle impostazioni e poi si noterà che i video verranno caricati in modo molto più veloce rispetto a prima.

Quindi, questo è una semplice e veloce procedura per migliorare la velocità dei video in streaming sul tuo pc Windows. Mi auguro che da adesso in poi la tua velocità di streaming risulterà migliorata e i video si caricheranno più velocemente senza più continue interruzioni.
Se avete qualsiasi tipo di domanda per quanto riguarda questa questa guida fateci sapere attraverso i commenti, faremo del nostro meglio per risolverli.

Mac OS X e iOS sono stati i S.O. con più Vulnerabilità nel 2014

vulnerabilità 2014
Sulla base dei dati rilasciati dal  National Vulnerability Database (NVD), la società GFI ha condotto uno studio sulle vulnerabilità di sicurezza riscontrate nei sistemi operativi e nei programmi.

Lo studio indica che nel corso del 2014 si sono registrate una media di 19 vulnerabilità al giorno e il sistema operativo che è stato più interessato da queste vulnerabilità scoperte nello scorso anno è l'Apple Mac OS X, con 147 vulnerabilità totali.
Seguito da un altro sistema operativo di Apple, iOS, con 127 vulnerabilità, mentre il terzo è Linux Kernel con 119 vulnerabilità.
Purtroppo non è stato indicato il numero di ciascuna delle versioni di iOS.
Tra le varie versioni di Windows, quelle con più vulnerabilità scoperte sono state Microsoft Windows Server 2008 e 2012, con 38, mentre Windows 7, 8 e 8.1, hanno registrato 36 vulnerabilità ciascuno.
vulnerabilità sistemi operativi
Per quanto riguarda le applicazioni, Internet Explorer è di gran lunga quella che ha avuto più vulnerabilità, 242, seguito da altri due browser, Google Chrome e Mozilla Firefox, con rispettivamente 124 e 117, poi Adobe Flash Player, Oracle Java e altri due prodotti Mozilla, Thunderbird e Firefox ESR.
vulnerabilità programmi

Come Abilitare le Chiamate WhatsApp tramite Invito

23 febbraio 2015
Qualche settimana fa Whatsapp ha iniziato a testare le chiamate tramite l'applicazione, dando la possibilità solo ad un numero ristretto di utenti di poter provare in anteprima le telefonate gratuite, e la buona notizia è che adesso il servizio di messaggistica istantanea sta abilitando gradualmente questa funzione per tutti gli utenti.
telefonate su whatsapp
WhatsApp sta utilizzando una sorta di sistema ad inviti per l'attivazione della funzione delle chiamate, e attualmente sembra già funzionare per molti più utenti rispetto ai primi giorni.

Praticamente, per poter abilitare la funzione delle telefonate su WhatsApp, per ora, bisogna prima ricevere una chiamata da uno dei propri contatti che hanno già la funzione attivata.
Per essere invitati si deve innanzitutto avere l'ultima versione di WhatsApp per Android (2.11.528+) e aver ricevuto una chiamata e da quel momento anche noi possiamo iniziare a chiamare.

Perciò è necessario che uno qualsiasi dei nostri contatti abbiano già attivato le chiamate su WhatsApp in modo che possano chiamarci per permetterci anche a noi di poter fare queste telefonate completamente gratuite.

Dopo aver ricevuto la chiamata di invito, nell'interfaccia di WhatsApp verranno mostrate tre schede (chiamate, chat e contatti). Per effettuare chiamate basta aprire un contatto e fare clic sull'icona per chiamare o premere a lungo per la lista delle chiamate.
Questo sistema ad inviti sembra essere molto controllato da WhatsApp, infatti un utente può attivare le chiamate solo ad un numero limitato di suoi contatti.

In ogni caso, sembra che manchino solo pochi giorni prima che finalmente tutti possano godere delle chiamate gratuite su WhatsApp.

L'evoluzione dei Video Virali su YouTube: i migliori degli ultimi 10 anni

video virali youtube
Pochi giorni fa, il canale di Youtube The Daily Conversation ha pubblicato un video sull'evoluzione dei video virali, per celebrare il 10° compleanno del portale Youtube.
Il video dura circa 16 minuti e mostra i 101 video "più pazzi, più divertenti e virali dei dieci anni di storia di Youtube".

Vedendo il video mi sono tornati in mente diversi ricordi, infatti la collezione comprende anche momenti che hanno cambiato il mondo, e filmati che in passato mi hanno fatto fare più di una risata, spero che anche a voi possa capitare la stessa cosa:

HTC One M9 - Trapelate Foto e Specifiche tecniche

nuovo htc one m9 2015
Il sito mobile Geeks ha pubblicato delle immagini e la liste delle caratteristiche tecniche di quello che apparentemente è il nuovo smartphone HTC One M9, ovvero la nuova generazione dello smartphone top di gamma dell'azienda di Taiwan che è sicuramente uno dei modelli più attesi del 2015.

Le foto sono state pubblicate nei giorni scorsi da un venditore di telefonia tedesco, quindi ancora prima della presentazione ufficiale del nuovo smartphone, che avverrà il 1° marzo al World Congress Mobile 2015, che si terrà a Barcellona.​

Secondo il venditore e stando alle immagini, il nuovo HTC One M9 sarà disponibile nei colori grigio Gunmetal, oro e argento. Il prezzo sarà di 749 € senza contratto.

Le specifiche più importanti non variano molto dai rumors degli ultimi tempi:

- Processore: Qualcomm Snapdragon 810 8-core a 2 GHz
- Display: 5 pollici 1080p
- RAM: 3GB
- Memoria interna: 32GB che può essere espansa tramite scheda microSD
- Fotocamera principale: 20 MP
- Fotocamera anteriore: 4 MP Ultrapixel
- Connettività: Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ ac, Bluetooth 4.1, UMTS, LTE, NFC, DLNA
- Sistema operativo: Android 5.0 Lollipop con HTC Sense 7
htc one m9 foto ufficiale