Ultime News

Ultimi articoli

Scarica la ISO di Windows 10 in Italiano - Ultima versione Technical Preview

25 gennaio 2015
scarica windows 10 in italiano
Microsoft ha rilasciato nuova versione, destinata per computer e tablet con schermi più grandi di 8 pollici, della Technical Preview del nuovo Windows 10, la versione in anteprima che in questo ultimo rilascio include diverse cose interessanti come l'assistente virtuale che fa il suo debutto nella versione desktop di Windows, ed incorpora anche nuove impostazioni, una migliore menu di avvio e altre nuove funzionalità.

Se avete già sottoscritto il Windows Insider Program e avete già la versione precedente dell'anteprima di Windows 10 vi basterà effettuare l'aggiornamento cliccando sul pulsante "Start upgrade now", mentre se è la prima volta che volete scaricare e provare il nuovo sistema operativo Microsoft, allora la buona notizia è che sul sito ufficiale sono disponibili i link per scaricare la Technical Preview di Windows 10 in formato ISO ed in lingua italiana, in modo da poter poi effettuare l'installazione anche su altri computer tramite chiavetta USB o DVD.

Link: Aggiornamento Windows 10 Technical Preview

Link: Download ISO di Windows 10 Technical Preview

Google potrebbe pagare fino a 40 miliardi per comprare Twitter

24 gennaio 2015
logo google twitter
Negli ultimi giorni sono rispuntati dei rumors secondo i quali Google non ha ancora perso le speranze, ed anzi il suo desiderio di acquisire il social network Twitter è più vivo che mai.
E' vero che la crescita di Twitter è rimasta ferma e le sue azioni sono in leggero calo, ma Google pensa che Twitter possa rappresentare la risposta all'acquisizione di Whatsapp da parte di Facebook.
Ma i motivi di questo interesse sono anche altri: Twitter permette di scoprire i contenuti web più rilevanti del momento e questo potrebbe essere sfruttato da Google per il suo motore di ricerca, ma anche la possibile l'integrazione tra Twitter e Google Plus che porterebbe ad un maggiore utilizzo di entrambe le piattaforme...

Ma quanto sarebbe disposto a pagare Google per comprare Twitter? 
Twitter è attualmente valutato 24 miliardi di dollari. Il record delle acquisizioni di Google è quello relativo a Motorola, che venne acquisita per la cifra di poco più di 12 miliardi di dollari (successivamente rivenduta a Lenovo), ma sicuramente per Twitter avrà bisogno di almeno 35 miliardi per per iniziare a negoziare l'eventuale acquisto, trovando l'accordo ad almeno 40 miliardi, come ipotizzato dal sito VentureBeat.
Stiamo parlando di quasi il doppio di quanto speso da Facebook per comprare Whatsapp (22 miliardi), anche se è chiaro che non possiamo mettere nella stessa categoria Twitter e Whatsapp visto che si tratta di due servizi diversi.
Quello che è sicuro però è il fatto che stiamo confrontando i 280 milioni di utenti attivi di Twitter con i 700 milioni (numero in continua crescita) di WhatsApp, quindi il prezzo che Google potrebbe pagare "per utente" sarebbe molto più alto (142 dollari per ogni utente di Twitter contro 31 dollari per utente di Whatsapp).
Per ora è solo un'ipotesi, quindi è ancora un gioco di numeri e parole che finiscono nella stessa domanda: Google ha davvero bisogno di comprare Twitter?.

Come Usare su Whatsapp dal browser del PC su web.whatsapp.com

Non vi basta usare Whatsapp sullo smartphone? Allora dovete sapere che finalmente è disponibile la versione online utilizzabile dal computer, infatti adesso Whatsapp consente di chattare direttamente dal pc senza dover installare nulla.
come chattare su whatsapp dal computer

Questa nuova funzionalità funziona su Windows, Mac e Linux, e ha pochi requisiti da rispettare per essere utilizzata:
- Usare già l'applicazione Whatsapp sullo smartphone e quindi avere un numero di cellulare registrato.
- Utilizzare il browser Google Chrome, l'unico al momento supportato.
- Disporre dell'ultimo aggiornamento dell'app sullo smartphone.

Quindi dopo aver aggiornato l'applicazione Whatsapp all'ultima versione (disponibile per Android, Windows Phone, Blackberry, Nokia S60), basterà aprirla e nel menù principale troverete la nuova voce "Whatsapp Web". Premendo su OK verrà avviata la fotocamera.
A questo punto basta accedere al sito https://web.whatsapp.com/ dal computer utilizzando Google Chrome e puntare la fotocamera del cellulare sul codice QR mostrato per scansionarlo e, fatto ciò verrà aperta la chat di Whatsapp con tutte le conversazioni che verranno mostrate sulla parte sinistra dello schermo.
Naturalmente è possibile inviare e ricevere messaggi, messaggi vocali e emoticon e visualizzare le spunte per sapere se i messaggi sono stati ricevuti e letti, ma anche attivare le notifiche.
Un'ultima cosa da sapere è che Whatsapp sul pc funziona solo se mentre si usa l'applicazione sul computer anche lo smartphone è connesso a internet.

Sicuramente una novità che verrà apprezzata da chi passa molte ore davanti al computer ed in questo modo potrà utilizzarlo anche per chattare su Whatsapp con il vantaggio di uno schermo più grande e senza ogni volta dover prendere lo smartphone!.

Cosa succede in un minuto su Internet? Confronto tra il 2013 e il 2014

20 gennaio 2015
uso internet confronto 2013 2014
Per darvi un'idea di come sia cambiato Internet in soli 12 mesi, oggi vi propongo un lavoro effettuato da Tech.Spartan, che praticamente ha confrontato quello che succedeva in un minuto su Internet nel 2013, con ciò che accadeva sempre in un minuto nell'anno successivo, ovvero il 2014 appena concluso.

Un chiaro esempio è il numero di foto pubblicate su Instagram in un minuto, che nel 2014 è aumentato di oltre il 76%, cosi come sono aumentati i video brevi pubblicati su Vine.

Ma praticamente è aumentata qualsiasi praticata effettuata sul web, ad esempio i Tweets inviati in 60 secondi nel 2013 erano 347.000 e nel 2014 sono stati 433.000.

L'infografica indica anche il numero di utenti Internet in tutto il pianeta, che nel 2013 era poco più di 2.700 milioni di euro, che rappresentano il 37,9% della popolazione mondiale, mentre nel 2014 la cifra è aumentata raggiungendo i 3.028.000 utenti, che rappresentano il 40,4% della popolazione mondiale.

Ecco il lavoro completo con tutti i dati:

Facebook sta testando la trascrizione automatica dei messaggi Vocali

18 gennaio 2015
David Marcus, vice presidente dei prodotti di messaggistica di Facebook ha annunciato che il social network sta conducendo un test con un piccolo gruppo di utenti, per testare la trascrizione automatica dei messaggi vocali, quindi per permettere di leggere il testo della nota vocale invece di ascoltare l'audio.
trascrizione messaggi vocali

Una funzione che potrebbe essere molto utile quando ci si trova in un luogo in cui a causa di forti rumori ambientali è difficile ascoltare il messaggio vocale, come ad esempio in un concerto, o per altri motivi che non permettono di riprodurre il messaggio audio, come ad esempio durante una riunione di lavoro, a scuola,ecc..

Nel post di Marcus pubblicato sul suo profilo Facebook si legge:

"Siamo sempre al lavoro su nuovi modi per rendere il Messenger più utile. Come molti di voi sanno, offriamo già una funzione che permette alle persone di inviare note vocali agli amici senza digitare il testo. Oggi stiamo cominciando a testare una nuova funzione per aiutare le persone a leggere i messaggi audio ricevuti invece di riprodurli!."

Sicuramente una novità interessante che dovrebbe essere tenuta in considerazione anche da altre applicazioni di messaggistica istantanea come Whatsapp, perchè appunto spesso capita di trovarsi in situazioni in cui si è impossibilitati ad ascoltare le clip vocali.

Editor di testo online dal browser più semplice del web

12 gennaio 2015
Non c'è bisogno di creare un account, non è presente nessun menu e nessuna opzione per formattare caratteri, nessun pulsante per condividere o salvare, niente.... questo è a5.gg, un sito web creato per rendere più facile e semplice possibile la creazione di note di testo direttamente dal browser.
editor testo online

Non ci resta che aprire accedere al sito per avere a disposizione una pagina bianca e iniziare a digitare, dal momento che non serve nemmeno aprire un "nuovo" o qualcosa di simile, basta cliccare sulla pagina e scrivere ed il contenuto verrà memorizzato nella cache del browser per quindi rimanere disponibile per le successive consultazioni.
Ideale per chi desidera prendere note in modo rapido mentre naviga su internet e memorizzarle per rileggerle in futuro, anche se è importante ricordare che il contenuto viene mantenuto solo se si utilizza lo stesso browser dello stesso computer, visto che non è possibile salvare i testi scritti sul computer o sincronizzarli su servizi cloud.

Un ottimo strumento utile per appuntarsi cose di cui altrimenti ci si potrebbe dimenticare quando si naviga sul Web .

Link: a5.gg

Provare l'Apple Watch con una Demo Online interattiva

L'Apple Watch. il nuovo orologio intelligente della mela morsicata arriverà a marzo 2015 ad un prezzo di partenza di 349 dollari, ed anche se già sono tanti gli smartwatch di altri produttori in commercio, questo gadget di Apple sta causando parecchio interesse tra gli utenti.
apple watch

Quello che differenzierà l'Apple Watch dagli altri orologi intelligenti basati su Android è sicuramente la sua interfaccia, e proprio per questo oggi vogliamo consigliarvi un servizio web che emula quello che potrebbe essere il prodotto finale e quindi dà la possibilità di testare online l'Apple Watch senza aspettare l'uscita sul mercato.

L'applicazione web che si può provare dal browser del computer ma anche da iPhone e iPad, si chiama Pipes Watch Demo e praticamente oltre al display è presente solamente un'altro pulsante sul lato destro dell'orologio che come unica funzione ha quella di permettere il ritorno alla schermata principale.
Per il resto si può interagire direttamente cliccando sugli elementi presenti sullo schermo dell'orologio, per quindi esplorare l'interfaccia e le principali applicazioni incluse nel dispositivo, come il player multimediale, le chiamate, Instagram, Shazan, e altre ancora.

Quindi questo strumento web permette di scoprire come probabilmente funzionerà l'Apple Watch e le sue applicazioni, quindi un modo per i più curiosi per avere un'idea approsimativa di come sarà l'orologio intelligente della Apple che arriverà sul mercato tra un paio di mesi.

Link: Pipes Watch Demo

MusicAll per Android offre Musica Gratuita, Illimitata e Offline

9 gennaio 2015
Probabilmente uno dei principali bisogni umani è la musica, basti vedere il successo dei servizi di streaming musicale che ormai sono diventati un'alternativa ai dischi e all'acquisto di brani digitali.

Ma non tutti possono avere accesso a questi servizi e, talvolta, questo porta a ricorrere alla pirateria. Tuttavia, gli utenti che dispongono di un dispositivo Android possono usufruire di una soluzione alternativa per ascoltare musica, un'applicazione che funziona come Spotify ed è completamente gratuita.
musica gratis android
Si chiama MusicAll e dopo averla personalmente testata e confrontata con il mio servizio di streaming preferito, ovvero Spotify, non ho alcun dubbio che si tratta di un'ottima alternativa a costo zero. L'interfaccia è davvero molto simile a Spotify, anche se non completamente tradotta in italiano, e permette di creare playlist, cercare canzoni, artisti o album, ma sopratutto sincronizzare brani e intere playlist in modo da poter ascoltare musica sullo smartphone o tablet Android anche quando si è offline, quindi anche senza connessione a internet.

Musicall consente di selezionare la qualità della musica che si ascolta in streaming, garantendo una riproduzione di alta qualità e consente di selezionare la posizione dei download.

L'app MusicAll può essere scaricata gratuitamente dal Play Store ed è altamente consigliata per chi è alla ricerca di un servizio di streaming musicale gratuito e senza limitazioni da usare sul proprio dispositivo Android.

Link per il Download: Scarica MusicAll per Android (Play Store)

2300 Giochi MSDOS del Passato da Giocare online sul Browser

8 gennaio 2015
giochi online msdos
Coloro che hanno già una certa età sanno bene che i videogiochi non sono più quello che erano un tempo e molti provano una profonda nostalgia per i giochi del passato, sicuramente più scarsi a livello di grafica ma non per questo meno coinvolgenti degli attuali.
Adesso abbiamo la possibilità di poter rigiocare a tantissimi giochi del passato, perché Internet Archive ha pubblicato una collezione di oltre 2300 giochi MSDOS, ai quali è possibile giocare online da praticamente qualsiasi browser. 
Per giocare, basta accedere al catalogo dei giochi, che è possibile ordinare per popolarità, titolo e data. Poi basta cliccare sul gioco che si desidera eseguire sul browser utilizzando l'emulatore interno EM-DOSBox, che è ancora in versione beta e quindi potrebbe presentare qualche bug occasionale.

Così, gli utenti più "vecchi" potranno rivivere i tempi passati e i più giovani potranno provare l'emozione di scoprire videogiochi classici di qualche anno fa come Wolfenstein 3D, Oregon Trail, Master of OrionPrince of Persia, SimCity o Street Fighter e altri giochi che non hanno bisogno di una grafica eccezionale per risultare interessanti.

Link: Giochi MSDOS su Internet Archive

Gli smartphone presentati al CES 2015

Oggi vogliamo proporvi le novità più interessanti presentate da Kodak, Nokia, Asus, Lenovo, HTC e Alcatel alla fiera dell'elettronica di Las Vegas. Il CES è una delle più grande esposizioni di prodotti tecnologici al mondo, forse la più importante, dove anche quest'anno sono state presentate diverse novità che spaziano dai televisori agli orologi intelligenti e tanto altro.
Nonostante diversi produttori abbiano deciso di aspettare il Mobile World Congress che si terrà a Barcellona dal 2 al 5 marzo 2015 per presentare i loro nuovi modelli, comunque anche per quanto riguarda gli smartphone, al CES 2015 le sorprese non sono mancate:

Kodak IM 5
kodak im5
L'azienda Kodak ha presentato il suo primo smartphone, interessante sopratutto per il fatto che integra una fotocamera da 13 Mp. Per quanto riguarda le altre caratteristiche, il Kodak IM 5 dispone di 1GB di RAM, un processore otto-core a 1,7 GHz e 8 GB di memoria interna, mentre il display è da 5 pollici Full HD. Sarà in vendita in Europa dal mese di marzo.

Nokia 215 
nokia 215
Anche se Nokia dopo il passaggio nelle mani di Microsoft non sarà più protagonista nel mercato degli smartphone come prima, vuole comunque avere un ruolo importante nel segmento dei telefoni di base. Così al CES 2015 ha presentato il nuovo Nokia 215, un cellulare semplice ed economico, costerà infatti 29 euro, che comunque permette di connettersi a Twitter, Facebook e navigare su Internet con il browser Opera. Il Nokia 215 è pensato sopratutto per mercati come Asia, Africa e Medio Oriente.

Asus ZenFone Zoom 
asus zenfone zoom 2015
Dopo il successo degli smartphone della serie ZenFone, Asus ha deciso di aggiungere un ulteriore modello alla gamma, ovvero lo ZenFone Zoom, uno smartphone con Zoom ottico X3, che anche se non è l'unico ad offrire questa caratteristica, secondo la società è il dispositivo più sottile con questo tipo di zoom. La fotocamera ha un sensore da 13 pollici e una lente con apertura f / 2.0, messa a fuoco laser, doppio flash e stabilizzazione ottica. Il sistema operativo è l'ultimo Android 5.0 e ha uno schermo da 5,5 pollici Full HD. Sarà disponibile nel corso del secondo trimestre del 2015 ad un prezzo di 399 euro.
Inoltre Asus ha presentato la nuova generazione ZenFone 2, il primo smartphone ad avere 4GB di RAM, oltre ad un processore Intel Atom Z3580 otto-core a 2,3 GHz, schermo IPS da 5,5 pollici con risoluzione Full HD, LTE, 64 GB di memoria interna e dual SIM.

Lenovo Vibe X2 Pro 
smartphone lenovo 2015
Il Vibe X2 Pro della Lenovo è un modello con processore Snapdragon 810 otto-core, schermo da 5.3 pollici e due fotocamere 13 MP, il tutto in un corpo realizzato in metallo. Ma Lenovo al CES 2015 ha presentato anche altri modelli, tra i quali spicca il P90, il primo ad utilizzare un chip Intel Atom Z3560 e modem Intel LTE.

HTC Desire 826
htc desire 826
HTC ha deciso di aggiornare la sua linea con un nuovo modello, il Desire 826, che segue lo stesso concetto del precedente Desire Eye, ma sostituendo la fotocamera frontale da 13 megapixel con la "ultrapixel" utilizzata dall' HTC One M8, che offre un'eccellente sensibilità per le situazioni di scarsa illuminazione. A questo bisogna aggiungere due diffusori frontali, un processore Qualcomm Snapdragon 615 a otto-core, 2GB di RAM e 16GB di memoria interna.

Alcatel One Touch Pixi 3 
alcatel pixi 3
Alcatel ha aggiornato la sua gamma di smartphone Pixi presentando la terza generazione, ovvero l'interessante Pixi 3, uno smartphone la cui caratteristica è il supporto per diversi sistemi operativi: Android, Firefox OS e Windows Phone. Ciò non significa che i tre sistemi possano essere utilizzati simultaneamente, ma che l'azienda offre diverse versioni dello stesso telefono permettendo agli utenti di scegliere il sistema operativo al momento dell'acquisto. Per il resto si tratta di uno smartphone di fascia media o bassa ma con connettività 4G, che è sicuramente qualcosa di buono.